Gastronomia e Mirabelle

Da sempre e in ogni società i grandi eventi si festeggiano con i pasti e le festività. Il nostro territorio non è da meno in questa tradizione con la sua gastronomia tipica ricca di prodotti locali: cavolo, patata, salumi, lardo, uova, panna fresca... Le ricette sono tante, dalle minestre ai dessert. Largo all’immaginazione per risvegliare le papille gustative dei golosi e dei buongustai.

Ah! La susina Mirabelle, dal profumo inconfondibile nelle declinazioni culinarie, le variazioni del suo colore dorato, la sua rotondità appetitosa che stimola l’inventiva dei gastronomi per valorizzarla.

Non bisogna stupirsi per il gran numero di ristoranti, sale da tè, mercati, bistrot, pasticcerie e negozi alimentari che costellano il territorio: l’entusiasmo del personale di cucina che gareggia in estro nell’elaborazione dei menù e nell’arredo dei locali garantisce al visitatore di passaggio una grande libertà di scelta.

Consulta la lista dei ristoranti, attività del settore alimentare e produttori Tables de Rabelais (in inglese)

Salato

Creata nel XVI secolo, la quiche lorraine è nota in tutto il mondo. È preparata con tre ingredienti fondamentali della cucina della Lorena: il lardo, la panna e le uova, il tutto su una base di pasta brisé o pasta sfoglia.

I pâtés lorrains hanno un ripieno a base di maiale marinato avvolto nella pasta sfoglia croccante.

Il fumé lorrain è un salume derivante da un savoir-faire che risale al XVII secolo.

La potée lorraine è un piatto conviviale in cui il sapore naturale dei prodotti del territorio, carote e porri, si mescola a quello dei salumi affumicati.

Dolc

Crostate alla frutta, tôt-faits (dolci rapidi), albumi a neve e specialità alla Mirabelle appassioneranno tutti i golosi.

Paris-Metz: piccolo dolce dai colori acidi composto da macarons ripieni di una salsa mousseline con caramella Arlequin e deliziosi lamponi.

Dal 1854 i macarons di Boulay sono realizzati secondo la stessa ricetta tradizionale.

Consulta le ricette da provare

E per accompagnare piatti e dessert... tipici della tradizione della Lorena, scopri l’acquavite, il liquore di Mirabelle, le birre tradizionali e i vini della Mosella AOC.


I vini della Mosella

  • I grandi Bianchi monovarietali: leggeri, pregiati, secchi, dalle note floreali, i vitigni principali sono Auxerrois, Müller-Thurgau e Pinot grigio.
  • I grandi Bianchi in assemblaggio: costituiti da Auxerrois (>50%), Müller-Thurgau e Pinot grigio con Pinot bianco, Riesling e Gewurztraminer (<10%).
  • I Rosati: dal colore leggermente salmone, un bouquet fruttato e fresco e un “mix” di note floreali e frutti rossi, nella maggior parte dei casi sono il risultato di un assemblaggio di Pinot nero e Gamay.
  • I Rossi: derivati esclusivamente dal Pinot nero, sono finemente tannici con una bella lunghezza in bocca.

La strada dei vini del Pays Messin

Lunga 46 km, la strada dei Vini della Mosella nel Pays Messin può essere percorsa in bici, in auto o persino a piedi, attraversando la regione vinicola ai margini di Metz. Lungi dal limitarsi alle tenute vinicole, collega 20 villaggi tra i comuni di Marieulles-Vezon a sud e Marange-Silvange a nord, e permette di scoprire, strada facendo, il patrimonio di questi luoghi, costeggiare frutteti e vigneti e contemplare dall’altopiano della Lorena le colline vinicole e la valle della Mosella. In questo itinerario il visitatore incontrerà alcuni viticoltori della regione AOC Mosella, che offrono assaggi dei loro vini. Questi vini accompagnano perfettamente i piatti del territorio semplici e autentici come quiche, pasticci e potée.

Scarica la strada dei Vini del Pays Messin e la lista dei viticoltori, produttori e attività del settore alimentare