La top 15 di Metz Métropole

Città di tremila anni, città giardino: Metz sa come sorprendere. Ecco i siti e i monumenti imperdibili da visitare assolutamente durante il tuo soggiorno a Metz Métropole. Tante scoperte ti aspettano!

1

Cattedrale Saint-Etienne (1220-1522)

Una delle più alte della Francia (42 m sotto le volte). La sua collezione di vetrate (XIII-XXI secolo) è la più importante d’Europa (6.500 m²). Le vetrate sono state realizzate da artisti come Valentin Bousch, Marc Chagall, Jacques Villon, Roger Bissière e di recente Kimsooja.

Per saperne di più sulla Cattedrale Saint-Etienne
2

Centro Pompidou-Metz (2010)

L’architetto giapponese Shigeru Ban (Pritzker 2014) e il suo socio francese Jean de Gastines lo hanno immaginato coperto da un cappello tradizionale cinese. Il Centro Pompidou-Metz è uno spazio espositivo di arte contemporanea dove si alternano mostre, performance, conferenze e ricevimenti.

Per saperne di più sul Centro Pompidou-Metz
3

Museo della Cour d’Or

Situato sulla collina Sainte-Croix, culla della città, il Museo si trova in un complesso di edifici di epoche diverse: terme romane, palazzi privati medievali, abbazia del XVIII secolo... In questo Museo architettonico sono esposte collezioni di archeologia Gallo-romana, d’Arte medievale e delle Belle Arti.

Per saperne di più sul Museo della Cour d’Or
4

Gare de Metz (1905 – 1908)

Imposant édifice de style néo-roman, la gare de Metz a été construite pendant l’annexion allemande. Plus d’une fois élue plus belle gare de France, elle offre des espaces d’attente à frises et bas-reliefs remarquablement stylisés.


5
>

Place de la Comédie (XVIII secolo)

Il Teatro dell’Opera (1738-1752), il più antico in attività in Francia, e il Palais de l’Intendance (attualmente Prefettura) erano gli unici complessi a regnare in quest’isola nel XVIII secolo. Nel 1904 il Temple Neuf fu costruito nel Giardino dell’Amore, sulla punta ovest dell’isola.


6

Place Saint-Louis (XIII secolo)

Nota come Place de Change nel Medioevo, divenne Place Saint-Louis nel XVIII secolo. Qui si svolgevano fiere, mercati e misteri della città medievale. Con le sue arcate, i tetti bassi e lo splendore dorato della pietra di Jaumont, è uno dei luoghi di ritrovo preferiti degli abitanti di Metz.


7
>

Porte des Allemands e Chemin des Corporations (XIII-XV secolo)

Véritable forteresse à l’entrée Est de Metz, la porte des Allemands accueille aujourd’hui des expositions. Une promenade aménagée le long du rempart permet de découvrir les berges de la Seille et de le Moselle. Cette promenade est la meilleure façon de découvrir le patrimoine historique tout en profitant de la nature. Le chemin des corporations offre un retour dans le passé avec ses tours du rempart portant des noms des métiers d’antan…


8

Saint-Pierre-aux-Nonnains e Cappella dei Templari

La chiesa Saint-Pierre-aux-Nonnains (IV secolo) è una delle più antiche di Francia. Nel IV secolo era la palestra delle terme romane, poi divenne abbazia benedettina nel Medioevo. Non lontano c’è la Cappella dei Templari costruita verso la fine del XII secolo.


9
>

Arsenal (XIX secolo)

Costruito nel XIX secolo per conservare le munizioni, l’edificio fu recuperato dall’architetto Ricardo Bofill nel 1989. Oggi ospita una sala concerti di 1300 posti descritta da Mstislav Rostropovich come “migliore acustica di Francia” durante l’inaugurazione.

Per saperne di più sull’Arsenal
10

Specchio d’acqua

Con i suoi 625 ha di vegetazione, Metz è una delle città più verdi della Francia. Il suo specchio d’acqua, realizzato negli Anni Settanta, fa parte delle passeggiate più apprezzate dagli abitanti di Metz che amano ritrovarsi con la famiglia o gli amici per fare sport, un picnic, una gita in barca o semplicemente rilassarsi...


11
>

La casa di Robert Schuman a Scy-Chazelles

Robert Schuman visse nel piccolo villaggio di Scy-Chazelles, a 5 km da Metz. Sito del Consiglio Dipartimentale della Mosella, la casa di Robert Schuman ospita il Centro Europeo chiamato anche Maison de l’Europe.

Per saperne di più sulla casa di Robert Schuman
12

Il museo della guerra del 1870 e dell’annessione a Gravelotte

Aperto nel 2014, il museo è l’unico interamente dedicato alla storia della guerra del 1870 e dell’annessione dell’Alsazia e di parte della Lorena all’Impero tedesco (1871-1918). Affronta da una nuova prospettiva le questioni sollevate da questo conflitto: l’unità tedesca, la vita durante l’annessione, le tensioni in vista della Prima Guerra Mondiale...

Per saperne di più sul museo della guerra del 1870 e dell’annessione
13
>

Acquedotto gallo-romano

Inserito nella lista dei Monumenti Storici nel 1840, l’acquedotto romano di Ars-sur-Moselle è un sito del secondo secolo che dimostra l’importanza di Divodurum (Metz in epoca romana). I 17 archi sono una piccola parte che rimane della struttura di 1,2 km dell’edificio originale.


14

Il castello di Courcelles a Montigny-lès-Metz

Inserita in un spazio arboreo, orientata verso la valle della Mosella, la cornice di vegetazione del castello di Courcelles lo rendeva un luogo di residenza particolarmente piacevole. Situato in fondo a un giardino, il castello di Courcelles apre ormai le sue porte al patrimonio, all’arte e a diversi eventi.

Per saperne di più sul castello di Courcelles
15
>

I Giardini di alberi da frutto di Laquenexy

Concediti un momento di evasione e relax visitando questo sito di 15 ha. Goditi i 22 giardini tematici, gli stage del giardiniere, i menù di stagione e gli eventi imperdibili! Scopri in fondo a un viale profumi, frutti e opere d’arte...

Per saperne di più sui Giardini di alberi da frutto di Laquenexy